BAGLIORI

Una luce intensa s’aprì il varco, un puntino in lontananza sempre più arrogante. Senza rumore, senza soste, avanzava a velocità costante, ingigantendo. Finché il biancore accecante non gli impedì di vedere oltre. Catalizzava l’attenzione. Intorno, un deserto di nulla. Alle spalle, l’impressione di buio perenne. Inizio o fine di qualcosa? Una forza inerziale progrediva avvolgendo la massa di cui intuiva di essere composto. Lo spingeva in un tunnel di luce, bianca come l’origine da cui scaturiva. Lo abbagliava, anzi era dentro di lui. Lo divorava. Non provava sofferenza, tuttavia, né timore. Una infinita calma l’avvolgeva, ovattando le sensazioni.

(PER LEGGERE L’INTERO RACCONTO CERCA IL TITOLO NEL BLOG)

Annunci